Gli IniziimodiFica

Il club nasce nel 1966 per iniziativa di Don Gino Borgogno, sacerdote salesiano, che raggruppa tutti i diversi oratori (club sociali giovanili cristiani) che praticano la pallacanestro a Torino in un’unica organizzazione, l’Auxilium Torino, con sede nell’oratorio Agnelli.Il club è stato promosso in quarta divisione Serie C nel 1970 e si è trasferito in Serie B nel 1972.Allo stesso tempo un’altra squadra locale, la Libertas, con sede ad Asti e sponsorizzata Saclà, stava rapidamente risalendo le divisioni, raggiungendo la seconda divisione nel 1971 e la prima divisione in Serie A nel 1972.Tuttavia Saclà Asti voleva trasferirsi in un’arena e mercato più grandi, trasferendosi a Torino nel 1973, il che significava che la città aveva due club nelle divisioni nazionali.Il club sarebbe la fusione nel 1974 alla fine della stagione, dopo lunghe discussioni, con l’Asti presidente (Carlo Ercole), coach (Lajos Tóth), giocatori e sponsor, il trasferimento a Auxilium (ora Saclà Torino) che avrebbe giocato nella neonata seconda divisione del campionato di Serie A2, mentre quasi tutte le Auxilium giocatori sono stati inviati a Asti a giocare in Serie B.

Serie AEdit

Nella loro prima stagione in Serie A2, Auxilium, sono state promosse in Serie A. Durante il 1975 fuori stagione, il club ha cambiato allenatori e sponsor, con Martini & Rossi diventando il principale sponsor sotto la Chinamartini marca.La squadra fu retrocessa a livello nazionale, ma questo fu compensato da una corsa alla finale di Coppa Korać 1976, in cui tornarono da un deficit all’andata di 24 punti per eliminare Juventud Schweppes di un punto in semifinale, prima di perdere con onore in finale contro la crescente superpotenza jugoslava Jugoplastika Spalato.Il Torino tornò in Serie A nel 1979, rimanendovi fino al 1989 e lottando per gli onori di casa in quel decennio, con semifinali playoff nel 1982, 1984, 1985 e 1986.Dopo una stagione in Serie A2, il club tornò in Serie A nel 1990, rimanendovi fino al 1993.

The MinorsEdit

Sebbene il club sia finito comodamente fuori dai posti di retrocessione nelle due stagioni di Serie A2 che ha giocato, il club ha lottato finanziariamente e nel luglio 1995 ha chiesto alla lega di giocare in Serie B per ridurre i suoi debiti, vendendo anche i suoi migliori giocatori a tale scopo.

Giocando alcuni anni a quel livello, l’Auxilium fu retrocesso, sul campo, in Serie B2 al termine della stagione 1998-99, in seguito alla quale si fuse con la Pallacanestro Cerea Collegno per chiedere un posto in Serie B1.Il presidente di quest’ultima organizzazione, Giovanni Garrone, divenne presidente dell’Auxilium, con la sede dei club e l’arena di casa trasferita a Collegno.La nuova organizzazione non ebbe più successo, anzi fu retrocessa dalla Serie B2 alla Serie C nel giro di un anno.Ha giocato a quel livello fino a quando non è stata accorpata in Torino Basket, nata dalla fusione di due storici club torinesi Don Bosco Crocetta e Reale Società Ginnastica, nel 2007, scomparendo nell’occasione.

PMSEdit

La Pallacanestro PMS nasce nel 2009 dalla fusione di Pallacanestro Moncalieri e Libertas Amici San Mauro (con la PMS acronimo di Pallacanestro Moncalieri San Mauro). Nella stagione 2009-2009 la squadra ha vinto una promozione e una Coppa di lega.

Nel 2011 la squadra senior – con sede a Torino e sede al PalaRuffini – cambia nome in PMS Torino, mantenendo il nome PMS Basket per le sue attività giovanili. Un anno dopo, Antonio Forni-già presidente della Pallacanestro Biella-si unisce al fondatore Paolo Terzolo come co-presidente del club, annunciando la volontà di riportare il Torino in Serie A entro tre anni. Ha raggiunto la seconda divisione DNA Gold nel 2013, perdendo nei playoff di promozione alla fine della stagione.

Ritorno auxmodifica

Dal 2018, le partite casalinghe sono state giocate nel Palavela

Il club avrebbe ottenuto una promozione al secondo tentativo, battendo Agrigento nella serie finale 2014-15 per guadagnare un posto in Serie A.Poco dopo fu annunciato che Forni aveva ottenuto il marchio Auxilium, che Garrone aveva dato all’ex allenatore Giovanni Asti quando il club chiuse, con il club rinominato Auxilium CUS Torino come entità legale separata con il CUS Torino (Centro Universitario Sportivo, club fondato nel 1946) che fornisce il settore giovanile in base a un accordo.La PMS Basket, con Terzolo alla testa, si è separata dal club per giocare a Moncalieri, ad un livello non superiore alla Serie B.

Vincitori della Coppa Italiaedit

La Coppa Italia di Basket 2018 è stata la prima disputata dall’Auxilium Torino. Dopo aver battuto l’Umana Reyer Venezia nei quarti di finale e la Vanoli Cremona in semifinale, nella partita finale il layup di Sasha Vujačić nei secondi finali ha portato la Fiat Torino alla vittoria per 69-67 sulla Germani Basket Brescia per la prima Coppa Italia del club. Dopo una serie di tre nei secondi finali lasciato il gioco in parità, Brescia ha avuto la palla per quello che sembrava essere il possesso finale, tuttavia Marcus Landry e Luca Vitali ogni mancato dal centro, Deron Washington raccolse la palla sciolta e ha iniziato un break veloce che Vujacic finito con il layup vincente. Diante Garrett stimolato Fiat con 16 punti, Nobel Boungou Colo e Vander Blue aggiunto 11 punti a testa e Washington ha segnato 10 per i vincitori. Landry ha battuto Brescia con 22 punti e 9 rimbalzi e Michele Vitali ha aggiunto 14 punti nella sconfitta.

Sciogliimentomodifica

Il 10 maggio 2019 il Consiglio federale ha detratto otto punti dal Torino a causa di irregolarità finanziarie. Di conseguenza, il club è stato retrocesso in Serie A2 Basket dopo aver terminato la stagione all’ultimo posto. Il 28 giugno 2019, il club è stato dichiarato fallito. Nel Basket Torino è stato fondato un nuovo club professionistico della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.