Invecchiando, i nostri corpi cambiano e abbiamo naturalmente bisogno di andare in bagno più spesso di prima. Dover andare una o due volte durante la notte è, in altre parole, normale. Ci sono diverse cause per questo.

Una persona più giovane può contenere fino a mezzo litro di urina, ma invecchiando, questo è normalmente ridotto di circa la metà in quanto il muscolo della vescica diventa meno elastico.

Un altro motivo per un bisogno più pressante di urinare con l’età ha a che fare con i cambiamenti ormonali che abbassano la concentrazione delle urine. La quantità totale di urina non cambia necessariamente, ma spesso viene prodotta di notte.

Ci sono anche comportamenti legati allo stile di vita che possono influenzare la quantità di urina, come bere grandi quantità di liquidi. Caffeina e alcol dopo cena possono anche portare alla necessità di urinare durante la notte.

Un altro fattore può essere la produzione insufficiente di ADH, l’ormone antidiuretico che segnala ai reni di diminuire la quantità di urina prodotta.

Il corpo normalmente sovrappone l’ADH per evitare la nicturia, ma quando il corpo non produce la quantità appropriata di questo ormone durante la notte, porta ad un’elevata produzione di urina e ad una frequente necessità di visitare il bagno.

L’enuresi notturna per adulti può verificarsi anche quando il corpo produce abbastanza ADH, ma i reni non rispondono e continuano a produrre la stessa quantità di urina – medicalmente nota come poliuria notturna. Questa anomalia può portare a enuresi notturna negli adulti, ma è anche un sintomo correlato al diabete di tipo I – quindi se questo è il caso, consultare un operatore sanitario.

Altre cause includono una capacità della vescica più piccola del solito, muscoli della vescica iperattivi o instabili (a volte causati da irritanti della vescica come alcol e caffeina) e un effetto collaterale dei farmaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.