Ripresa aerea di una persona che nuota in una piscina
I batteri carnivori possono vivere in laghi, oceani, piscine e persino vasche idromassaggio.
Getty Images

Anche se non è un evento quotidiano, la frase “batteri carnivori” sembra lampeggiare attraverso le notizie della sera ogni poche settimane. Hector Chapa, MD, FACOG, assistente clinico professore di ostetricia e ginecologia presso il Texas A & M College of Medicine, discute questa frase spaventosa e cosa significa per il nostro divertimento al sole durante questi mesi caldi.

Che cosa sono i batteri carnivori?

In generale, la frase “batteri carnivori” si riferisce a un’infezione che distrugge i tessuti chiamata fascite necrotizzante. Dal 2010, circa 700 a 1.200 casi si verificano ogni anno negli Stati Uniti. Inoltre, circa una persona su tre che lo contrae muore a causa dell’infezione.

“Con una diagnosi rapida, un trattamento rapido e un intervento chirurgico veloce, i batteri carnivori non devono essere fatali”, ha detto Chapa. “Il trucco è identificarlo rapidamente e cercare aiuto immediato.”

Quali sono i diversi tipi di batteri carnivori?

Vari tipi di batteri possono causare batteri carnivori. Tuttavia, le due cause più comuni sono lo streptococco di gruppo A e il vibrio. Questi batteri possono vivere in laghi, oceani, piscine e persino vasche idromassaggio.

Lo streptococco di gruppo A è un batterio noto anche per causare mal di gola, scarlattina e febbre reumatica. Mentre la diffusione di questo batterio attraverso la gola di streptococco è relativamente comune, la diffusione della fascite necrotizzante è rara.

“Vibrio, o vibrio vulnificus e vibrio alginolyticus, sono i batteri associati alle esposizioni estive in acqua di mare di batteri carnivori che sono attualmente nelle notizie”, ha detto Chapa. “Puoi contrarre vibrio dall’acqua salata o salmastra, ma anche dal mangiare molluschi crudi o poco cotti.”

Entrambi i tipi di batteri possono causare un’infezione nel sistema attraverso le interruzioni nella pelle di una persona. Questa rottura della pelle può essere qualcosa di piccolo come una puntura d’insetto o raschiare, ma anche qualcosa di grande come un’incisione chirurgica.

Quali sono i sintomi dei batteri carnivori?

Un’infezione da batteri carnivori può diffondersi rapidamente. I primi segni di un’infezione sono una presenza sempre più grande di pelle rossa o gonfia. La pelle rossa sarà dolorosa e il suo aspetto sarà seguito da una febbre.

I sintomi di un’infezione batterica carnivora più progredita sono ulcere, vesciche o macchie nere sotto la pelle. Un altro sintomo è la presenza di pus che trasuda dall’area infetta. Le persone colpite hanno anche vertigini, stanchezza e persino nausea.

“Se noti una combinazione di questi sintomi, sia che tu sia stato nell’oceano o meno, contatta immediatamente il tuo medico”, ha detto Chapa. “Con i batteri carnivori, vuoi ottenere aiuto il prima possibile.”

Alcune persone sono più suscettibili di altri ai batteri carnivori?

Nel complesso, questa infezione è rara. Tuttavia, può accadere ed è in pericolo di vita.

“Le persone con sistema immunitario compromesso—come quelle con cancro, diabete incontrollato o qualsiasi varietà di condizioni autoimmuni—hanno maggiori probabilità di contrarre batteri carnivori”, ha spiegato Chapa. “Queste persone ad alto rischio hanno anche maggiori probabilità di sviluppare un’infezione più grave da esso.”

Come si trattano i batteri carnivori?

“Gli antibiotici e la chirurgia sono la prima linea di difesa se qualcuno ha contratto la fascite necrotizzante”, ha detto Chapa. “Tuttavia, se l’infezione ha ucciso troppo tessuto, allora un chirurgo potrebbe aver bisogno di rimuovere chirurgicamente il tessuto morto per impedirne la diffusione.”

In casi gravi, potrebbe essere necessaria una trasfusione di sangue e più interventi chirurgici per eliminare con successo la fascite necrotizzante.

Come faccio a evitare di contrarre i batteri carnivori?

Se hai una ferita aperta, gli operatori sanitari ti consiglieranno di evitare di andare in acqua. “Tuttavia, se si va in acqua, è molto importante risciacquare completamente e lavarsi con sapone”, ha detto Chapa. “Inoltre, guarda la tua pelle per eventuali cambiamenti insoliti o piaghe, specialmente se hai un sistema immunitario compromesso.”

Infine, prima di andare al tuo lago o spiaggia locale, controlla il sito Web dei Centers for Disease Control and Prevention per gli avvisi sulla salute.

902 Azioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.