Come americano, non sono rimasto sorpreso dalla previsione piuttosto cupa di Edward Luce sul futuro dell’America nella sua analisi critica di una possibile crisi costituzionale (Magazine, FT Weekend, October 17). Ci troviamo di fronte a uno scenario più inquietante. Un futuro calamitoso sarebbe un crollo finanziario concomitante del sistema monetario fiat globale, senza debiti, senza debiti. Un tale scenario è difficile da comprendere, ma è decisamente probabile per coloro che hanno studiato la storia delle valute legali. Sono passati oltre 70 anni dall’accordo di Bretton Woods, quando il sistema monetario internazionale è stato sviluppato e ancorato al dollaro USA, come valuta di riserva mondiale, che a sua volta si basava sul riscatto di dollari per l’oro.

Sono passati quasi 50 anni da quando il sostegno all’oro degli Stati Uniti è stato abbandonato e tutte le valute sono diventate fiat (valuta sanzionata dal governo senza valore intrinseco basato su considerazioni politiche, militari e di altro tipo). In altre parole, sotto l’accordo originale di Bretton Woods, tutte le valute erano effettivamente supportate dall’oro. Tutto ciò è cambiato quando il presidente Richard Nixon ha chiuso la finestra dell’oro, ponendo fine alla convertibilità dei dollari in oro nell’agosto 1971.

L’articolo di Luce spiega: “come tante altre cose in qualsiasi democrazia costituzionale, il sistema sopravvive alla fine a causa di codici comportamentali piuttosto che di legge. Le regole sono un trucco di fiducia. Se abbastanza persone si rifiutano di seguirli non possono essere applicate”; e cita Aziz Huq: “Il grande segreto della costituzione degli Stati Uniti è che si basa sull’accettazione pubblica. Senza legittimità, nulla può durare a lungo.”

Apparentemente, le valute fiat si adattano perfettamente a questa descrizione. Il vero banco di prova per l’America sarà come si occuperà di una massiccia valuta di gonfiaggio di valore decrescente con molto meno potere d’acquisto.

Chris Kniel
Orinda, CA, Stati Uniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.